STORIE

La psicologa va in vacanza…e mò?

E come ogni anno agosto bussa alle porte e, come tutti i lavoratori, anche la psicologa va in vacanza e il distacco dai propri pazienti può essere veramente difficile da gestire.

Non voglio in questo post definire teoricamente i motivi che rendono questo momento così delicato per tutti, voglio dirvi perché è così importante che anche la psicologa vada  in vacanza come tutti gli altri lavoratori.

Scegliamo questo lavoro per infiniti motivi diversi. Alcuni per aiutare altri, altri per aiutare se stessi, se stessi per…hehehe…chissà perché scegliamo questo lavoro…

Io ancora mi faccio questa domanda e non sono sicura di essere in grado di rispondere. So, però, che fare questo lavoro mi piace proprio.

Questi sono gli elementi, alcuni almeno, che mi hanno fatto scegliere questo lavoro:

  • Mi fa sentire appagata
  • Mi fa venire voglia di mettermi in gioco
  • Mi stimola a fare sempre meglio
  • Richiede che io mi faccia sempre delle domande su di me e sugli altri
  • Mi mette di fronte alla possibilità di sbagliare e quindi mi fa tanto lavorare sulla sensazione di dover essere “perfetta”…eh si…anche la psicologa si può sentire così…

Non ho avuto sempre le idee chiare. Da bambina sognavo di fare molte cose e tutte diverse.

Di recente ho incontrato la mia maestra delle elementari, la mitica maestra Cipolla, urlava come una forsennata “braccia conserte e bocca chiusa!!“, ma ci amava moltissimo. Sono anche scappata da scuola il primo giorno dopo averla vista..ehehe ma questa è un’altra storia..

Commossa mi ha raccontato di avere ancora da qualche parte un mio disegno, un disegno che pare io le abbia regalato al rientro dalle vacanze di Natale senza sapere che suo padre fosse morto. Avevo disegnato un grosso sole sorridente e per lei ha rappresentato la luce in fondo al buio…almeno così mi ha detto facendomi commuovere tanto..

Trovi il resto del racconto a questa pagina

Comunque…tornando a noi…

Durante la mia crescita, nella mia mente, volevo anche diventare:

  • Un medico
  • La proprietaria di una cartoleria
  • Un politico
  • Un architetto
  • Un ingegnere
  • Un’insegnante di total body work out (si, a quei tempi era questa la disciplina top)
  • Una illustratrice di disegni per bambini
  • Una restauratrice di mobili
  • Una scrittrice
  • Un muratore
  • Una contadina

Non scherzo, volevo diventare tutte queste cose 🙂

Credo sia la prima volta che mi accorgo di avere un disturbo di personalità multipla…ehehehe…

Se oggi sono appagata ma, al tempo stesso, sono sempre alla ricerca di nuovi stimoli è anche grazie alla maestra Cipolla, che ha creduto moltissimo in me e nella mia “creatività” .

Ma allora, perché è così importante che io vada in vacanza?

Per RIPOSARMI no? 🙂

Per avere la mente libera, aver recuperato le energie, essermi divertita e avere tanto da raccontare.

Non ti basta?

Allora facciamo così, mentre io mi riposo, tu vai in vacanza con un pezzettino di me…così ti mancherò meno…che ne dici?

Ho preparato questo regalo GRATIS per te. Lo trovi CLICCANDO QUI:  IL MIO REGALO PER TE

Quando torniamo dalle ferie mi dici se ti è piaciuto? Ci conto.

Buone vacanze

Simona

 

 

Annunci

Un pensiero riguardo “La psicologa va in vacanza…e mò?”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...