STORIE

PRIMO AMORE

Il primo amore non si scorda mai, recita un vecchio proverbio…e chi se lo scorda?, aggiungo io.

Di solito avviene durante l’adolescenza, magari tra i banchi di scuola o nella propria compagnia, oppure anni dopo lo si incontra in maniera improvvisa e non lo si lascia più, oppure lo si ritrova stempiato e rugoso e lo si elimina dai preferiti.

Ognuno, a mio avviso, lo vive come gli pare ma ricercando su internet ho trovato molti spunti interessanti, alcuni più o meno condivisibili.

Buona lettura.

Il primo amore? Un trauma, per questo non si scorda mai!

Secondo questo studio, la reazione biochimica del primo amore è talmente forte da poter essere paragonata ad un trauma. E pare che la si possa provare almeno 3 o 4 volte nel corso della vita e che sia uìidentica in tutte le culture.La ricerca è della Stony Brook University di New York, mica pizza e fichi..

Mentre con il primo amore si attiverebbero meccanismi di ansia e paura, e sarebbero loro a determinare il batticuore tempestoso che tutte ricordiamo, a muovere gli amori più “maturi”, diciamo così, sarebbero meccanismi motivazionali che ci permetterebbero di mettere in atto relazioni più durature e stabili emotivamente.

Le farfalle allo stomaco, insomma, sarebbero solo frutto dell’attivazione viscerale di ansia e paura scatenate da questa reazione biochimica così travolgente. Che tristezza non credete?

Fenomeno del click

Oggi è sempre più facile e più in voga, ricercare il primo amore sui social. Il risultato è, pare, quasi sempre deludente, il primo amore non resiste quasi mai ai cambiamenti del tempo. Alcuni, invece, sopravvivono eccome, tanto che negli Usa molti psicologi si stanno specializzando in coppie ricomposte con queste caratteristiche. L’importante, secondo me, è non far diventare quell’amore una reliquia da museo…

La teoria dei tre amori

C’è chi parla di tre amori, molto diversi tra loro:

  • Il primo, focoso, schiaffeggiante, fatto di tormenti e passioni dirompenti. E’ quello idealizzato, che ci fa sognare ad occhi aperti, lo viviamo, di solito, come l’unico possibile nella nostra vita.
  • Il secondo, anche questo fatto del bisogno di conoscere una parte di noi, può ripetersi con più persone ed è fatto di alti e di bassi.
  • Il terzo amore è l’ultimo, è maturo, fatto di semplicità, non ci fa battere forte il cuore, non ci toglie la fame, ma ci permette di sentirci stabili e di aver potuto scegliere.

E tu, te lo ricordi il tuo primo amore?

Vuoi raccontarmelo?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...